Avviso pubblico: concorso sulla legalita’

0
410
- Pubblicità-

Avviso Pubblico ha bandito un nuovo concorso indirizzato alle scuole italiane. La tematica principale è la legalità. Il claim è “Il silenzio è dolo. Siamo l’Italia che sceglie il coraggio” che fa parte di un brano di  Marco Ligabue, ispirato al libro-denuncia del ventunenne siciliano Ismaele La Vardera intitolato “ Le piccole cose fanno la differenza. Il silenzio è dolo.”

Questa seconda edizione è stata presentata a Napoli dal Vicepresidente dell’associazione Pietro Gurrieri, con la presenza dell’Assessore ai Giovani del Comune partenopeo Alessandra Clemente, della Vicepresidente di Libera Daniela Marcone, del campione olimpico Patrizio Oliva e di don  Gennaro Matino, sacerdote e scrittore.

Gli alunni dovranno scegliere una tra le venti tracce tematiche, ciascuna delle quali ha un testimonial, tra cui Giancarlo Siani, Libero Grassi e Pio La Torre, e dovranno creare un opera poetica, pittorica, cinematografica e fotografica  “sul coraggio necessario a bandire quel silenzio ingannatore, indifferente, omertoso, spesso interessato e complice, sempre e comunque doloso, che, entro e oltre i confini del nostro paese, ha permesso alle mafie di stabilire e mantenere il proprio dominio, e ad un mercato concentrato sul profitto e spesso indifferente ai principi etici, di alimentare inaccettabili distorsioni su scala planetaria, di condannare miliardi di persone alla miseria, alla guerra e alla fame e di determinare danni incalcolabili alla casa comune” come ha detto Gurrieri.

Dal 23 maggio tutti i lavori saranno pubblicati su una pagina Facebook e votati da tutti gli studenti d’Italia . Questo per far si che le opere più significative siano proposte a tutti i Sindaci e ai Presidenti delle Regioni come loghi per le campagne alla legalità.

Un’altra delle iniziative legate a questo concorso è la richiesta  alle scuole con la collaborazione delle  pubbliche amministrazioni di creare uno spazio ( una via, una piazza ecc.) intitolata a una delle vittime della mafia o del terrorismo questo al fine di preservare la memoria proprio di questi fatti tragici che hanno interessato il nostro Paese.

Per maggiori informazioni si può visitare il sito www.avvisopubblico.it

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui