CAMBIAMENTO CLIMATICO: Messina è la città con la temperatura media più alta d’Italia.

0
950
Barometro, foto di Franz Moraci
- Pubblicità-

Come ogni anno, l’ISTAT ha pubblicato i dati rispetto la temperatura media dei capoluoghi di provincia. I risultati dell’annuale ricerca sono allarmanti: il cambiamento climatico avanza e, ancora, non riusciamo a rallentarlo.

Sebbene negli ultimi due anni il governo italiano abbia reso il vocabolo anglofono “GREEN” come suo motto, i risultati delle soluzioni dei policymaker sono, ovviamente, ancora da attendere. Difatti, rispetto il decennio 2007-2016, l’Italia registra un aumento della temperatura media registrata del +0,3°C, giungendo alla media nazionale di +16°C.  Si registrano, ovviamente, temperature maggiori al Sud e nelle isole, con valori rispettivi del +16.6°C e +17.8°C.

Gli aumenti delle temperature più decisivi si registrano in 82 capoluoghi di provincia su 109, prevalentemente collocati nel Nord Italia (40) e al Sud (26).

Messina si presenta come il capoluogo più caldo d’Italia con una temperatura di +19.8°C, a seguire Catania con +19.7°C e Taranto +19.5°C.

In Sicilia, gli aumenti medi della temperatura sono in linea con il trend nazionale: Messina +0.3°C, Agrigento +0.2°C, Caltanissetta +0.4°C, Enna +0.3, Catania +0.4°C, Siracusa +0.1°C. Le uniche città dell’Isola opposte alla tendenza italiana sono Palermo -0.1°C, e Ragusa -0.6°C.

Le città dove si registra un aumento medio maggiore della temperatura registrata sono Perugia (+2,4°C), Milano e Roma (+2,1°C), seguite da Torino (+1,9°C) e Bologna (+1,8°C). 

Rispetto le precipitazioni:

Per quanto riguarda la media delle precipitazioni annue, il cambiamento climatico si presenta anche in questo ambito. nel 2019 la precipitazione totale annua media (920,7 mm, valore calcolato come media di tutte le stazioni osservate) registra un aumento di +48,8 mm rispetto al valore medio 2007-2016.

la Sicilia registra una decisa diminuzione delle precipitazioni, eccetto nel caso di Siracusa che registra un aumento. Il capoluogo catanese ha registrato il trend negativo maggiore con -351.00 mm rispetto il decennio 2007-2016. A seguire Messina con -195.00 mm.

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui