Grande attesa per la quinta edizione di Scenanuda

1
200
- Pubblicità-

È stata presentata lo scorso venerdì, nei locali dell’Oratorio FMA di Barcellona Pozzo di Gotto, la quinta stagione teatrale Scenanuda, diretta da Michelangelo Maria Zanghì (prosa) e Chiara Pollicita (musica).

Alla conferenza stampa, oltre ai due direttori artistici, sono intervenuti suor Marilena Mercurio già direttrice della comunità barcellonese delle FMA e Bernardo Dell’Aglio per l’Associazione Genius Loci. L’incontro è stato introdotto da Suor Marilena Mercurio che ha ricordato come sia importante aprire alla bellezza l’intera città di Barcellona Pozzo di Gotto e come Scenanuda abbia dimostrato che è possibile fare teatro, e teatro di qualità, anche sul nostro territorio.

Bernardo Dell’Aglio, in rappresentanza della Genius Loci partner della rassegna, ha manifestato più sconforto rispetto alla situazione attuale che la città sta vivendo, soprattutto in riferimento alla cultura del “bello”.

Chiara Pollicita ha introdotto i presenti ai quattro spettacoli musicali che impreziosiranno quest’anno la quinta edizione di Scenanuda, sottolineando come la tradizione si unirà alla sperimentazione. Si tratta, in particolare, di “Profumo di Natale” con Tiziana Filiti e Veronica Caruso, “20th Century Mallet” con Francesco Giulio Russo, Michele Barbagallo, Gabriele Leotta e Dino Fighera, “Soundscape” con il Duo Percorda, dove suonerà la stessa Pollicita; infine “Libre” con la compagnia di Flamenco Libero.

La parola è stata ripresa da Michelangelo Zanghì che ha presentato i quattro spettacoli di prosa: “Fidelity Card” con Nella Tirante e GianMarco Arcadipane per la regia di Roberto Bonaventura e l’aiuto alla regia dello stesso Zanghì; “Il Calapranzi” di Harold Pinter con Michele Falica e Francesco Natoli per la regia di Zanghì; “‘U ciclopu, Giufà e Firranzanu” di e con Gaspare Balsamo; “Patrizzia. La vera storia di una sensation seeker” di e con Savi Manna.

La quinta edizione di Scenanuda, particolarmente attesa, partirà a fine novembre e si concluderà nell’aprile del nuovo anno. Anche quest’anno si svolgerà nel Teatro FMA di Barcellona Pozzo di Gotto (a partire dal 26 novembre, alle ore 19:00) e nel Cinema Comunale “Beniamino Joppolo” di Patti (con inizio della stazione il 27 novembre alle ore 21:15). Ma, a differenza delle edizioni precedenti, questa volta con lo stesso contributo per l’abbonamento si avrà la possibilità di assistere ai quattro spettacoli di prosa e ai quattro di musica già citati, e a ben otto proiezioni cinematografiche a scelta al Cinema Joppolo.

L’apertura alle “contaminazioni artistiche” (prosa, musica, film) di questa nuova edizione denota freschezza nella direzione e professionalità nell’organizzazione, per offrire un cartellone di tutto rispetto e lontano dai nomi altisonanti che vengono adoperati tanto spesso per staccare qualche biglietto in più. La cifra irrisoria per l’abbonamento (50 euro) o per il singolo biglietto (12 euro) sono in realtà non una svendita culturale, ma un modo per aprire le porte del teatro a tutte le fasce della popolazione.

Ricordiamo che la rassegna teatrale “Scenanuda” è nata nel 2013 grazie all’impegno instancabile dell’Associazione Culturale “Filokalòn” e della Compagnia Teatrale “Santina Porcino“. La direzione artistica “prosa” è curata, come già detto, da Michelangelo Maria Zanghì, quella musicale da Chiara Pollicita; mentre la direzione tecnica è di Franco Zanghì, la grafica di Cleopatra Cortese e la fotografia di Domenico Genovese.  

- Pubblicità-

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui