Combattere la violenza con la cultura

0
186
- Pubblicità-

Martedì 24 luglio alle ore 19.00, presso il Lido Horcynus Orca di via Lanterna a Capo Peloro, l’Associazione “Shamofficine” presenterà il libro “Pane e mare” scritto da Serafina Ignoto.

L’associazione è impegnata nel combattere forme di violenza come il femminicidio e per questo si prodiga per promuovere iniziative ed incontri non solamente allo scopo di contrastare tali fenomeni, oggi purtroppo sempre più tristemente diffusi, ma soprattutto per contribuire a rimuovere quelle “cause culturali, economiche, sociali che spesso sono alla base di queste gravissime degenerazioni”.

Serafina Ignoto

Il libro, scritto da e con la sensibilità di una donna, è una raccolta di racconti attraverso i quali si innesca un viaggio che trova le sue tappe più importanti nelle scelte fondamentali che caratterizzano l’esistenza di tutti. Scelte in qualche caso drastiche in altri addirittura definitive. Sullo sfondo della storia del 900 personaggi reali, per questo veri e fragili, vivono le loro vite negli anni dei grandi cambiamenti: dalla fine della seconda guerra mondiale alla dissoluzione del Comunismo con la caduta del muro di Berlino. Racconti accomunati da un contesto che vede la Sicilia come protagonista. I viaggi dei migranti in fuga da destini segnati, costretti a lasciare la loro terra per “mettere in salvo l’unico bene posseduto: la vita. Ed è la vita, bene prezioso come il pane e mutevole come il mare, che nutre il corpo delle donne, le loro tragedie e le loro gioie”. Filo conduttore quindi, proprio “la fame di vita” presente all’interno di ogni singolo racconto e dialogo. Fame di vita che ti porta sempre e comunque a compiere delle scelte e che in qualche caso riesce addirittura a farti riscoprire te stesso. Una voglia di vivere sempre e comunque, che riecheggia nelle “voci provenienti dai vicoli rumorosi delle città del sud Italia; la confermano i legami profondi, in grado di creare ponti emotivi fra generazioni anagraficamente distanti. Tutto questo costituisce il tessuto connettivo dei racconti della raccolta”.

Interverranno nel corso della serata Amalia Zampaglione, presidente dell’Associazione Shamoffice ed il tesoriere Dolores Dessì. Chiuderà la serata, alle ore 22.00 il concerto di Cinzia Sciuto che verrà accompagnata con la chitarra da Ernesto Scorza.

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui