“Due Passi Sono” di Carullo e Minasi al Teatro Savio

0
393
- Pubblicità-

Lo spettacolo che si è aggiudicato il Premio Scenario per Ustica 2011 ed il Premio In-Box 2012, andrà in scena venerdì 23 novembre nell’ambito della rassegna “In Direzione Contraria e Ostinata” di Gianfranco Quero.

Il terzo appuntamento della rassegna “In Direzione Contraria e Ostinata” del Teatro Savio, organizzata dall’Associazione DiVento Teatro di Gianfranco Quero, propone venerdì 23 novembre alle ore 16.30 ed alle ore 21.00, “Due Passi Sono” di Carullo-Minasi prodotto da “Il Castello di Sancio Panza”.
Lo spettacolo ha debuttato lo scorso dicembre al Franco Parenti di Milano, quale vincitore del prestigioso Premio Scenario per Ustica 2011 e, dopo avere ottenuto ottime conferme di pubblico e critica, vince anche il Premio In-Box 2012, riconoscimento per la circuitazione del nuovo teatro.
“Due Passi Sono” tocca in maniera trasversale e assolutamente naturale temi complicati e di non facile argomentazione: si parte dalla malattia e, quasi per opposizione, si arriva ai grandi temi della vita e dell’amore quale percorso di conoscenza condiviso, in parte rielaborando i dialoghi del Simposio di Platone.
Pe e Cri, si presentano così come sono, non personaggi ma persone, si muovono in uno spazio ristretto e dall’arredamento essenziale: sembrano chiusi dentro una scatoletta di metallo, destinati a vivere una vita “ovattata” e sorda alle bellezze di cui sono potenziali portatori. Ma un balzo, due soli semplici passi, consentiranno ai due di varcare la soglia di questa gabbia dorata per potersi concedere di vivere il sogno della vita vera.
I protagonisti affrontano con assoluta poesia ed autoironia un quotidiano tenero e terribile, diventando due contemporanei Romeo e Giulietta in miniatura, pronti a sfidare il mito e celebrare il lieto fine non nella morte, ma nella vita e nelle sue infinità rischiose possibilità.

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui