Due righe d’emozione

0
499
- Pubblicità-

Quel giorno, in cui parte del mio cuore ha smesso di battere, il pomeriggio sembrava trascorrere come tutti gli altri della mia vita. Ho ricevuto il tuo solito messaggio che mi informava che ci saremmo visti la sera stessa, appena saresti uscita da lavoro…ma in realtà ne io e ne sapevamo che a quell’appuntamento, che ormai faceva parte della nostra vita, nessuna delle due si sarebbe presentata. Sembrano frasi banali, ma è vero quel pomeriggio, non pensavo che quello sarebbe stato l’ultimo sms che avevo ricevuto da te, perché davo per scontato che tu nella mia vita ci saresti stata sempre,a piangere e a gioire in ogni istante e per ogni emozione che avrei provato, ma come dice una stupida frase:”le cose non vanno mai come vorremmo che andassero”…e così quella sera il telefono iniziò a squillare, dal primo suono di quella solita suoneria, sentì un brivido strano nel mio corpo, sentivo che era successo qualcosa che mi avrebbe procurato solo dolore e sofferenza. Risposi a quella chiamata e dall’altro capo del telefono, quasi come una scena di un film, che mi sembrava impossibile essere diventata la mia realtà iniziai a sentire, piangere la tua mamma…non riusciva a parlare, e all’improvviso capii, che tu non c’eri più,che non ci saresti più stata e che tutti i progetti che avevamo fatto insieme,nei momenti più luminosi della nostra adolescenza erano volati in cielo insieme a te,strappati via da un destino crudele,che purtroppo non è toccato solo a te, ma anche ad altri migliaia di ragazzi. Nonostante mi dica tutti i giorni,che la vita deve andare avanti anche se non ci sei più tu insieme al tuo sorriso e alla tua voce a tenermi compagnia e a farmi divertire, non riesco a pensare, che per colpa di un errore compiuto,in una frazione di secondo e in un momento goliardico di una ragazzo che ora vive tranquillamente la sua vita con la sua famiglia e a cui poco importa la fine che ha fatto il corpo abbandonato su quel marciapiede, tu non sia qui con me a continuare a goderti tutto il meglio che la vita poteva offrirti. Nulla potrà diminuire o sollevare la mia sofferenza, mi manchi e continuerai a mancarmi, ma di una cosa posso essere sicura, sarai per sempre dentro di me, e paradossalmente anche nella vita di quel ragazzo, perché il suono e il rumore di una vita spezzata attraverso un proprio gesto non si può dimenticare, né ora né mai. Il rimorso resterà sempre vivo dentro di lui, che cercherà in ogni istante di trovare una giustificazione, una speranza di perdono a quella crudeltà, che razionalmente nessuno può dargli, se non tu, che sei il nostro angelo!!!Per sempre con Te…

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui