Evaluna, una eccellenza a Messina nel contrasto alla violenza di genere

0
58
- Pubblicità-

L’associazione Evaluna di Messina vince il bando per il potenziamento delle attività per la presa in carico degli uomini autori di violenza sulle donne

 L’associazione Evaluna di Messina ha vinto il bando dell’Assessorato regionale della famiglia, politiche sociali e del lavoro per il potenziamento delle attività di presa in carico e recupero degli uomini autori di violenza.

Evaluna nel 2021, per prima in Sicilia orientale, aveva avviato un progetto sperimentale per il recupero degli uomini autori di violenza contro le donne in applicazione delle norme introdotte dal Codice rosso denominato NO More Alone..

Dal 2021 ad oggi, sono stati 13 gli uomini della provincia di Messina e Catania condannati per atti di violenza e stalking contro donne segnalati dalle procure.

Al progetto No More Alone hanno aderito la Prefettura di Messina, la Questura, il Tribunale e la Procura di Messina e l’Ufficio per l’Esecuzione Penale Esterna .

Vincendo questo bando, Evaluna potrà ampliare le attività di contrasto al fenomeno della violenza contro le donne attraverso percorsi psicoeducativi mirati fornire accoglienza, ascolto e intervento sia individuali che di gruppo agli uomini autori di violenza segnalati dalla Questura, sia a quelli che decideranno di presentarsi spontaneamente per seguire un percorso psicoeducativo.

Obiettivo del percorso è far superare l’ottica del conflitto e della sopraffazione nelle relazioni interpersonali, acquisire gli strumenti necessari a vivere relazioni equilibrate e misurate con l’universo femminile, e col proprio ruolo genitoriale.

La finalità dei Centri per Uomini maltrattanti previsti dal Codice rosso è l’eliminazione e/o la riduzione del rischio di reiterazione di comportamenti violenti e abusanti nei confronti di donne e minori ed il riconoscimento del valore della partecipazione sociale e pacifica alla vita della comunità.

“Col nostro impegno, puntiamo a un cambiamento di ottica rispetto al contrasto alla violenza di genere agendo direttamente sugli autori e quindi prevendo il rischio di ricaduta nei comportamenti violenti da parte degli uomini-  commenta Cettina Restuccia presidente della Evaluna -Al termine dei percorsi, anche se la relazione con la donna maltrattata si è conclusa, chi ha seguito i percorsi avrà cambiato mentalità, approccio e cultura escludendo violenza e sopraffazione dalle proprie modalità relazionali”.  

Chi volesse contattare Evaluna nell’ambito del progetto No More Alone può farlo al numero dedicato 3270335777 e alla mail evaluna.nomore@gmail.com;

L’ufficio del progetto è sito in Viale Luigi Cadorna n.12/D  e sarà aperto al pubblico nelle giornate di giovedì dalle ore 15 alle ore 18.

Per motivi legati alla privacy dell’utenza afferente al servizio si chiede di presentarsi previo appuntamento da prendere telefonicamente oppure a mezzo e mail.

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui