Periferie. Bimbo ferito in scontro con auto

0
127
- Pubblicità-

Periferie sempre più abbandonate, quartieri in mano a quattro squallidi delinquenti, qui emergono genitori poco degni di questo ruolo.

Adulti con capelli colorati, piercing e corredo d’oro esibiscono la loro appartenenza.
Questo si vede quotidianamente a Giostra San Matteo o Case Zancle, veri e propri avamposto di degrado e delinquenza e così anche i bambini si nutrono di questa sotto-sotto-cultura, li vedi passeggiare con il pittbul al guinzaglio o inventarsi mille comportamenti atti esclusivamente a dare fastidio agli altri.
Qui le forze dell’ordine “passano” ogni tanto, magari solo per controllare uno dei soggetti ristretti agli arresti domiciliari. Ma questa mattina di auto della volante ne sostavano ben tre e con i lampeggianti accesi.

C’era però anche una autoambulanza che portava via un bambino di solo dieci anni, il piccolo era stato investito da un auto mentre percorreva la strada di collegamento Tremonti- Case Zancle a bordo della sua mini moto.

Piccole motociclette con motore a scoppio, spesso “truccate” scorrazzano frequentemente le strade di questo triste quartiere, perlopiù guidate da bambini, ma non mancano addirittura gli adulti che “le provano” prima di consegnarle agli ignari bambini che quotidianamente sfidano la morte.
Oggi è successo a case Zancle, ha impattato violentemente contro un auto, ha solo 10 ANNI, e gli adulti che fanno? Si precipitano a far scomparire la mini moto, come se il bambino fosse stato investito a piedi; ma restano a terra i vetri del piccolo fanale e la macchia d’olio della moto ribaltata.

Poveri bambini, costretti a vivere in quartieri degradati, dove l’unica cosa “bella” è la sala scommesse. Dove tornare a casa e trovare genitori incapaci di essere uomini o donne, incapaci di dare regole civili a se stessi. Famiglie incapaci di vedere oltre l’assegno di mantenimento

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui