Grave intimidazione a imprenditore antiracket

0
391
- Pubblicità-

LiberoFuturo, Addiopizzo, la FAI, Libera, ProfessionistiLiberi manifestano solidarietà.
Continua l’attività intimidatoria nei confronti degli imprenditori del movimento antiracket. Questa notte sono state tagliate 600 piante di melograni ed ulivi in contrada  bresciana territorio di Castelvetrano, provocando un danno ingentissimo che metterebbe in ginocchio anche l’azienda più solida.
La risposta dell’intero mondo antiracket sarà ferma e concreta; proseguiremo infatti la nostra azione di ribellione all’arroganza mafiosa con l’attività di educazione alla denuncia collettiva.
Presto costituiremo alcune associazioni antiracket e lanceremo il Consumo critico Addiopizzo anche nella provincia di Trapani giorno 27 saremo a Castelvetrano.
LiberoFuturo, Addiopizzo, la FAI, Libera, ProfessionistiLiberi manifestano la propria vicinanza al collega  Vincenzo Italia, conosciuto da tutti quale uno dei principali organizzatori della manifestazione YLOVE LEGALITAì , si impegnano a moltiplicare i propri sforzi per la Denuncia collettiva
Liberarsi da racket e dalla Mafia è possibile ed aggiungiamo indispensabile

 



Castelvetrano, 20/03/2013

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui