Il nuovo Prefetto di Messina, lavoreremo insieme

0
534
- Pubblicità-

Le prime parole istituzionali del nuovo Prefetto di Messina, Francesca Ferrandino, hanno riportato il sereno a Palazzo Zanca. Una ventina di minuti a porte chiuse, un faccia a faccia che ha visto il Sindaco di Messina Renato Accorinti e il primo Prefetto donna della città “affrontare una serie di temi”. Discutere dei problemi economici della città, dei continui sbarchi, delle pressioni della malavita e di tutti quei rapporti che erano rimasti chiusi e impolverati sulla scrivania del vecchio Prefetto Trotta, oggi in pensione, per le note incomprensioni che lo contrapponevano al Sindaco.

Sono poche le parole che il Prefetto rilascia dopo l’incontro, poche ma inequivocabili. “Lavoreremo insieme. Prima di tutto veniva la necessità di conoscersi come persone. Prima di tutto come persone”. Una base di partenza che è sicuramente piaciuta a Renato Accorinti, il rapporto personale che abbandona le formalità Istituzionali a favore del dialogo Istituzionale. Un rapporto che lascia le giacche e cravatte fuori dalla porta e affida la risoluzione dei problemi alla leale collaborazione.

Ciò non toglie che il cerimoniale di benvenuto e d’accoglienza non ci sia stato. Anzi, ad accogliere il nuovo Prefetto fuori dai cancelli di Palazzo Zanca vi erano il Vicesindaco Gaetano Cacciola e il Capo di Gabinetto Loredana Carrara. La presenza di due vigili urbani ha completato la scorta del Prefetto. L’incontro con Accorinti, informale come al solito, è stato preceduto da un caffè. Li lasciamo, tutti e quattro, mentre la porta della stanza del Sindaco si chiude e il Prefetto che dice: “allora, quel caffè che mia avevate promesso?.

 Avete riaperto il dialogo con la Prefettura? Domandiamo al Vicesindaco, dopo l’incontro.

“ Io non ho partecipato all’incontro e comunque con la Prefettura il dialogo è sempre stato aperto, chiosa  Gaetano Cacciola, anche prima che arrivasse il nuovo prefetto”, però mentre lo dice non riesce a trattenere un sorriso e poco dopo puntualizza, “con la Cerniglia” (Maria Antonietta Cerniglia, Vicario Prefettizio). Trotta per Messina è un capitolo chiuso, anzi prepensionato.

@PG

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui