Il Sindaco di Messina con le lacrime agli occhi per la festa dell’Atletica Leggera.

0
336
- Pubblicità-

Un Renato Accorinti commosso all’inverosimile, oltre cinque minuti d’ emozione allo stato puro, si è presentato davanti ad un Salone delle Bandiere colmo d’Atleti e di Bambini del CAS ( Centri d’avviamento allo Sport)   accompagnati dai genitori attoniti e stupiti di fronte ad un Sindaco con le lacrime agli occhi ed ad un tavolo delle conferenze pieno di premi.

E’ la stessa Nina Lo Presti, la consigliera di CMdB , che raggiunta telefonicamente ci ha raccontato la particolarità di quei primi cinque minuti iniziali della Festa dell’Atletica Leggera che si è svolta oggi pomeriggio nel Salone delle Bandiere del Comune di Messina. Dove il Sindaco di Messina, nell’inedita veste d’Assessore allo Sport, ha visto negli occhi della platea di sportivi ed atleti di professione scorrere tutta la sua vita di sportivo e di maestro d’educazione fisica che per un’identica passione, lo Sport, ancor oggi preferisce la bicicletta alla macchina.  

Alla presenza Presidente della FIDAL Sicilia, Gasparre Polizzi, ( già famoso tecnico del CUS Messina ma conosciuto ai più per essere stato l’allenatore che ha scoperto Salvatore Antibo, una delle legenda del fondo dell’atletica leggera Nazionale e Internazionale); del delegato del CONI Aldo Violato e della Consigliera Nina lo Presti che stante il suo illustre passato di sport agonistico, ha assunto oltre il ruolo di “padrona di casa” anche quello di sponsor della manifestazione; si è proceduto a premiare i vincitori del Gran Prix dei Due Mari; degli atleti che si sono distinti nel 2013; dei bambini del CAS ed infine, “gagliardetti” con il logo della FIDEL- Comitato Provinciale di Messina- sono stati consegnati ai Presidenti delle Società d’Atletica della Provincia di Messina.

Insomma, premi per tutti ed è anche giusto se consideriamo che l’Atletica Leggera a Messina non ha mai avuto vita facile. Tanto è vero che ancora ai nostri giorni non è strano vedere professionisti e sportivi che invece di allenarsi nelle piste sportive, “sgambettano” nelle nostre strade cercando di scansare le auto. E mentre quest’anno il CUS si è affidato alle federazioni sportive del calcio, del basket, del tennis, del nuoto e della pallanuoto, del volley e della ginnastica artistica per promuovere lo sport universitario, riconoscere che anche l’atletica leggera ha un suo spazio a Messina è foriero di buoni auspici per il futuro.

“Da sempre a Messina, ci dichiara la Lo Presti, gli atleti si sono allenati in campi disastrosi che non sono mai stati funzionali alle loro esigenze ed anche oggi che siamo nell’era della tecnologia, abbiamo dei campi in cui non possiamo garantire neanche la pulizia quotidiana dei servizi igienici. Per non parlare della mancanza di spazi verdi in cui fare sport o dell’uso diffuso delle palestre, dovuto ad un tessuto sociale molto difficile che vede gli sportivi costretti a fare sport per le strade inseguiti dagli improperi della gente perché intralciano il traffico veicolare. In altri termini è per questi motivi che la gente preferisce chiudersi in una palestra e socializzare all’interno di una palestra piuttosto che all’aria aperta…questo allo sport in generale può fare anche bene ma allo sport agonistico non può che fare male”.

Passando ai premiati e ai premi che sono stati consegnati, iniziamo con la categoria Individuale, dove sono stati premiati i primi 5 atleti di ogni categoria che hanno completato almeno 8 prove su dieci; per un totale di una quarantina d’Atleti per una decina di società sportive sparse su tutta la provincia. Tra gli altri abbiamo: Trimarchi Giuseppe, Bongiovanni Antonino, Giordano Vincenzo, Lionetto Salvatore e Lo Surdo Emilia.

Per le società sportive i premi sono andati alla prime tre classificate sia in campo femminile che in quello maschile. Pertanto, i premi sono andati alla Podistica Messina e alla Forte Gonzaga mentre il terzo posto ha visto la vittoria della Polisportiva Milazzo in campo maschile e della Proform Messina in quello femminile.

Riconoscimenti particolari sono stati assegnati tra gli altri, a Trio Antonio, Longo Francesco, Impalà Carmelo, Mondelli Salvatore, Giorgianni Antonio, Lisa Tindaro e Messina Vincenzo. La premiazione è continuata con riconoscimenti alla carriera per Modica Massimo Vincenzo, Sidoti Anna Rita e Ruggeri Maria; riconoscimenti anche ai Giudici di Gara Battaglia Angelo e Tiano Santino; riconoscimenti infine ai giovani atleti Galipò Giorgia Enza, Rogalbuto Gaia , Messina Simone, Modica Sofia, Pettinato Aurora, Lo Presti Alberto, Nastasi Raffaele ed altri ed in ultimo ma non ultimi i Bambini del CAS, a cui il Comitato Provinciale di Messina ha rivolto una particolare attenzione “per la promozione della pratica sportiva dell’atletica tra i più piccoli”.

  Pietro Giunta.   

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui