Immagini amiche

0
512
- Pubblicità-

Parlano Rossella e Nadia, studenti dell’IIIS” Vaccarini” di Catania, che, insieme alle docenti Pina Arena e Cettina Sabina, hanno ricevuto a Venezia il premio nazionale “Immagini Amiche”, promosso dall’Unione Donne italiane (Udi), Parlamento europeo e Europe Direct.

Il riconoscimento – dedicato a pubblicità, programmi televisivi , a siti web, scuole e Comuni  che non utilizzano stereotipi di genere e che hanno l’obiettivo di valorizzare la comunicazione che veicola messaggi positivi, promuovendo una creatività innovativa in grado di proiettare immagini “amiche” delle donne – è stato anche consegnato a “InGenere” e a “Toponomastica femminile” per il web; alle agenzie pubblicitarie  “San Crispino” e “Edison” per la categoria pubblicità televisiva;  a “Riconosci la violenza”, “Meno giallo più rosa” e “Avon Cerchi d’acqua” per le affissioni; a “Rai News 24” per la categoria programmi televisivi; a “Novolac” e “Avon” per la pubblicità cartacea; al  Comune di Formia quale città virtuosa.

 -Da diversi anni , insieme alla nostra insegnante, la professoressa Pina Arena, combattiamo   il femminicidio, la violenza sulle donne, il sessismo.  L’esperienza di Venezia è stata a dir poco fantastica. Non è stato semplicemente un’ incontro per premiare i “vincitori”, se così li possiamo chiamare. E’  stato qualcosa di più. Donne e Uomini erano uniti in questa grande battaglia:  la battaglia contro la sottocultura  da parte della televisione soprattutto  e dei media che ormai invadono la nostra quotidianità, che abusano dell’ immagine della donna, utilizzandola in modo umiliante e offensivo per noi tutte. Aver ricevuto il primo premio,   per la categoria scuole, è stato   un  onore. La felicità di aver vissuto questa esperienza sicuramente è accompagnata anche dalla speranza che le immagini  sessiste scompaiano e dalla certezza di aver partecipato, nel nostro piccolo, a questa grande battaglia culturale contro il sessismo degli stereotipi. Sono orgogliosa, felice di aver lavorato per il nostro futuro, perche’ sia migliore! (Rossella Spina)

L’esperienza veneziana é stata davvero bella! Abbiamo partecipato con tanto entusiasmo perché abbiamo continuato qualcosa per cui  nel nostro piccolo abbiamo combattuto da tanto tempo, insieme ai nostri compagni e alle nostre compagne e alle nostre insegnanti!  Siamo state premiate per un lavoro fatto tutti e tutte insieme. Lo  ha reso speciale il fatto che e’stato riconosciuto il valore del   lavoro con il quale  abbiamo messo in pratica i nostri desideri di cambiamento, il  nostro ideale di relazione uomo-donna. I  nostri video, le nostre ricerche di Toponomastica femminile parlano della complicità e della condivisione, dell’equita’ nel rapporto tra uomo e donna perché possiamo avere  veramente gli stessi diritti e comprendere  che solo insieme si é davvero  forti e felici. (Nadia Villari)

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui