Differenziata. A Palazzo Zanca NO, grazie

0
169
- Pubblicità-

Come ogni sera le addette alle pulizie di Palazzo Zanca, terminato il lavoro interno, si apprestano a buttare i sacchi della spazzatura.

Ma analizziamo più a fondo quello che potrebbe sembrare una naturale operazione.

Le donne delle pulizie escono con grossi sacchi trasparenti (e sin qui è la norma), tali da lasciare vedere il contenuto.

I bidoni svuotati nei corridoi e negli uffici contengono di tutto; dalle bottigliette in plastica alla carta, passando per organico e vetro: insomma INDIFFERENZIATA.

Ovviamente i sacchi andranno depositati nel cassonetto più vicino, un cassonetto blu, per l’indifferenziata.

Inoltre a quell’ora il cassonetto in oggetto è sempre stracolmo, va da se che i rifiuti in oggetto andranno depositati sul marciapiede

Insomma, da Palazzo Zanca la più retrograda delle cattivi abitudini messinesi: Non differenziare i rifiuti e conferirli fuori dai cassonetti. Ma tranquilli, entro non so quando raggiungeremo il 65% di differenziata

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui