La pittura siciliana attraverso gli occhi di Tano Santoro

0
767
- Pubblicità-

L’arte pittorica siciliana rivive nella mostra del pittore Tano Santoro che è stata inaugurata questa mattina, presso il foyer del Teatro “Vittorio Emanuele” di Messina. L’esposizione delle opere intitolata “Visus” raccoglie oli, tecniche miste, incisioni di un artista che trova la sua profonda ispirazione nelle radici siciliane.

La mostra è promossa dalla Provincia regionale, in collaborazione con l’Ente “Teatro di Messina” e curata dell’associazione “Cara beltà”. All’incontro inaugurale sono intervenuti: l’assessore alle politiche culturali, Mario D’Agostino, il presidente dell’Ente “Teatro di Messina”, Luciano Ordile; il maestro Santoro ed il dott. Mosè Previti.

Questo appuntamento con la pittura rientra nel percorso d’arte “Visioni d’autore: Canonico, Togo, Santoro” che ha visto l’esposizione di opere di tre grandi maestri siciliani: Felice Canonico, Togo (Enzo Migneco), Tano Santoro. Tutti sono legati da questa grande forza rappresentata dall’attaccamento alla propria terra e alla tradizione popolare che guidano tutta la loro produzione artistica.

Il maestro Santoro è siciliano originario di Naso, in provincia di Messina ma, dal 1962, vive e lavora a Milano; l’artista ha sviluppato le prime esperienze nell’area pittorica di Saro Mirabella, Armando Pizzinato, Giuseppe Scalvini. Con Tono Zancanaro ha approfondito le tecniche incisorie e con Giuseppe Motti ha spalancato le porte del capoluogo lombardo dove ha affrontato un lungo periodo di confronto e ricerca pittorica. Tra il 1967 e il 2009, annovera nella sua fervida carriera centinaia tra mostre personali e collettive.

Per saldare il rapporto con la città, l’autore donerà un’opera alla Galleria provinciale di arte moderna e contemporanea.

 E’ possibile visitare la mostra fino al 6 febbraio 2009 tutti i giorni, ad eccezione del lunedì, dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19.

Per favorire l’approccio con l’opera di Santoro e conoscerne gli aspetti inediti nei giorni 26, 28, 30 gennaio, 2 e 4 febbraio saranno previste visite guidate ed incontri con l’Autore, attorno all’opera del maestro e alla pittura contemporanea. Gli incontri, connotati da un taglio didattico, saranno tenuti da esperti e dall’autore stesso.

Per prenotazioni ed informazioni contattare:

– l’associazione “Cara beltà” al numero 349 1948098 oppure

l’Assessorato alle Politiche culturali di Messina  (090 7761473).

 

 

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui