“Leggi il film” permette agli spettatori non udenti di “ascoltare” i dialoghi

0
368
- Pubblicità-

Un tablet consentirà agli spettatori non udenti di leggere i sottotitoli del film proiettato in sala. L’applicazione si chiama “Moviereading” ed è stata realizzata da Samsung. Dal 17 giugno sarà attiva (gratuitamente) in 10 cinema del circuito The Space

Si chiama “Moviereading” ed è una tecnologia che permette ai non udenti di “ascoltare” i dialoghi del film proiettato in sala, leggendo i sottotitoli che scorrono sullo schermo di un tablet. L’applicazione è stata realizzata da Universal Multimedia Access con tecnologia Samsung (che ha messo a disposizione i tablet e gli smartphone), e ha ottenuto il patrocinio del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Da oggi “Moviereading” sarà disponibile in 10 sale del circuito The Space gratuitamente. “La nostra speranza è rendere il cinema accessibile e fruibile a tutti – ha detto Giuseppe Corrado, ad di The Space cinema, circuito leader in Italia con oltre 21 milioni di presenza e 347 sale in 34 strutture – I nostri sforzi vanno in questa direzione: possiamo dire di aver fatto un grande passo avanti, offrendo un’opportunità nuova a chi, per problemi di udito, non poteva partecipare all’emozione di una prima visione”.

Gli spettatori non udenti, al momento dell’ingresso al cinema, potranno richiedere il servizio “Leggi il film”, che sarà attivo in via sperimentale e gratuita in 10 strutture cinematografiche del circuito The Space. Per la prima volta, gli spettatori non udenti potranno vedere in sala, su grande schermo, film in prima visione, condividendo l’esperienza con gli altri spettatori e scegliendo senza vincoli l’orario dello spettacolo e la pellicola. “Moviereading stravolge il concetto di offerta e fruizione dei sottotitoli – ha detto Carlo Cafarella, ad di Universal Multimedia Access, l’azienda che ha inventato “Moviereading” – Finora chi voleva seguire un film sottotitolato doveva attenderne la proiezione dedicata, quasi sempre disponibile in pochissime sale, solo nelle grandi città e in orari improbabili: questa applicazione rende i sottotitoli personalizzabili e utilizzabili ovunque e sempre”.

Il costo del biglietto della prima visione sarà quello normalmente previsto nella sala e nell’orario prescelto. Il materiale tecnologico, l’applicazione e l’assistenza nelle sale saranno messi a disposizione gratuitamente agli spettatori non udenti in seguito a presentazione di un documento di identità che sarà restituito al ritiro del tablet. I 10 cinema coinvolti nell’iniziativa sono stati scelti valutando una copertura del territorio nazionale. La sperimentazione partirà il 17 giugno nei cinema: The Space cinema di Torino e Bologna, The Space cinema – Cinecity di Padova, The Space cinema Moderno di Roma, The Space cinema Med di Napoli, The Space cinema di Cagliari, The Space cinema di Casamassima (Bari), The Space cinema Porto Antico di Genova e The Space cinema Etnapolis di Belpasso (Catania).

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui