MACHO, al Parco Horcynus Orca

0
421
- Pubblicità-

Il Museo d’Arte Contemporanea Horcynus Orca (MACHO), curato da Martina Corgnati, direttore della sezione Arti Visive della Fondazione Horcynus Orca, nasce nel Complesso Monumentale di Capo Peloro da un progetto di ricerca sulle arti visive dei contesti culturali e geo-politici mediterranei intrapreso dal momento stesso della nascita della Fondazione, le cui attività espositive sono sempre state concepite non solo come evento effimero ma come strumento di arricchimento permanente del territorio e di sviluppo di una collezione, aperta a comprendere tutti i generi artistici e i linguaggi della creatività contemporanea. La formazione di questa collezione aperta e in continuo arricchimento, è stata resa possibile grazie alla generosità dei numerosi donatori, artisti, collezionisti, critici e teorici, che hanno creduto nella Fondazione e, nel tempo, hanno scelto di collaborarci. Oggi, il MACHO propone una collezione di un centinaio di opere, esposte nel percorso di visita permanente, e un archivio video di circa 500 titoli, opera di 200 artisti e più. L’inaugurazione costituisce un’importante tappa dell’infrastrutturazione culturale del territorio ed insieme trasforma i percorsi di ricerca della Fondazione in Bene Comune della Città.

Nelle dieci sale si incontrano i percorsi dell’astrazione italiana (Agostino Ferrari, Gianfranco Anastasio, Riccardo Dalisi, Angelo Casciello, Luciano Bartolini, Gianfranco d’Alfonso), alcune personalità fra le più importanti emerse nel mondo arabo dal 2000 in poi (Nermine Hammam, Khaled Hafez, Amal Kenawy, Moataz Nasr, Salah Saouli), Signes de Rencontre, il progetto realizzato a Tunisi nel 2012 daAgostino Ferrari Nja Mahdaoui, l’installazione dello spagnolo Ramon De Soto e i lavori dell’israeliano Tsibi Geva. E ancora le opere di uno dei più celebri artisti italiani contemporanei, originario di Barcellona Pozzo di Gotto, Emilio Isgrò e quelle dell’artista palestinese Emily Jacir, esposte insieme ad Agnese Purgatorio Natividad Navalon.

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui