Messina. Logopedia e giochi di potere

0
425
- Pubblicità-

Papardo: da oltre 4 mesi cancellato il reparto di logopedia SGB: ancora tagli insopportabili a sanità e servizi pubblici. Giovedì la  protesta davanti all’ospedale

 E’ il 17 maggio, più o meno siamo a metà mattina: il Papardo chiude il servizio di logopedia. “Il risultato, nei fatti”, attacca Vincenzo Capomolla, delegato di SGB Sindacato Generale di Base, “è che i lavoratori ricevono indicazione di andare via immediatamente mentre per qualche decina di piccoli pazienti, perché stiamo parlando per lo più di bambini, si chiudono le porte dei percorsi sanitari che stavano portando avanti”.

 “E’ l’ennesima storia insopportabile di tagli a cittadini e lavoratori” continua il delegato SGB, “nel caso ancora più odiosa perché coinvolge minori, che si sono visti costretti ad interrompere le cure e negato il diritto all’assistenza, con la prospettiva quindi di dover ricominciare tutto o rimettendosi in fila all’Asp per un paio d’anni oppure, guarda caso, a cercare altre soluzioni in strutture non pubbliche mettendo mani al portafoglio. Questo mentre già in troppi, in questo Paese, sono ormai costretti a rinunciare alle cure ed al diritto alla salute. Per i lavoratori, invece, il benservito dal Papardo immediato e senza alcun preavviso e nessuna procedura: non ci stiamo”.

 “Senza esito finora le risposte del Papardo alle richieste delle famiglie. Adesso abbiamo scritto all’assessore regionale ed al sindaco Renato Accorinti, oltre che al commissario dell’AO Papardo Letizia Diliberti, da poco nominata ed alla quale chiediamo di riaprire il servizio di logopedia, come dovuto, e di riassegnare i diritti scippati a cittadini e lavoratori, uno dei quali, tra l’altro, da 4 mesi senza lo stipendio dovuto”.

 “Ma soprattutto” conclude il delegato di SGB, “in queste condizioni, insieme alle famiglie ed ai cittadini diamo il via alla mobilitazione decisi, se necessario, ad andare avanti fino alla fine”. 

 Primo appuntamento giovedì 12 a partire dalle ore 10, con manifestazione proclamata da SGB Sindacato Generale di Base proprio davanti al Papardo. 

- Pubblicità-
Articolo precedenteNo alla sedia che occupa il parcheggio
Articolo successivoMaria Chindamo scomparsa per mano di mafia
Responsabile di Redazione - Palermo Nata a Palermo nel 1992, ha frequentato l’Istituto Salesiano Don Bosco Ranchibile, dove ha conseguito il Diploma di Scuola Superiore; la sua passione per l’arte e per la letteratura l’ha spinta ad intraprendere studi di matrice umanistica. Laureanda in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Palermo, si è impegnata attivamente, penna alla mano, nella valorizzazione degli anfratti più nascosti ed incantevoli di una Palermo tutta da scoprire. Da sempre affascinata dal mondo della carta stampata, Giorgia ha preso parte ad iniziative volte a garantire il rispetto dell’universo femminile ed a favorire una maggiore partecipazione della donna alla vita politica e sociale. Idealista e determinata, intende contribuire con ogni mezzo al miglioramento delle condizioni della sua amata città, affinché possa essere restituita al suo antico ed eterno splendore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui