Nascere cavallo e morire da bestia

0
427
- Pubblicità-

Giace in terra, stremato. Gravato dal peso dei suoi stessi passi, si è finalmente lasciato andare: le sue zampe non hanno retto e così il suo cuore. Si è spento fra lo stupore della gente, fra i commenti dei passanti interdetti, fra gli sguardi dei curiosi, mentre qualche metro più in là la vita proseguiva la sua corsa.

Per i cavalli della città di Palermo, non più che bestie da soma costrette a camminare ininterrottamente per giornate intere trainando pesanti calessi, non esiste riposo. Le rimesse fatiscenti in cui trascorrono le loro brevi notti non rispettano in alcun modo gli standard formalmente richiesti dal Comune: l’aria è irrespirabile e le travi pericolanti, gli animali vengono lasciati al buio e privati persino dell’acqua. Nessun rispetto, nessuna umanità.

A nulla sono servite le proteste delle associazioni animaliste, le sempre più numerose denunce e le frequenti segnalazioni: le istituzioni si sono sinora dimostrate sorde, assenti, del tutto disinteressate al problema. Sono passati oltre sei anni dalle prime, rabbiose reazioni dei volontari palermitani ma nulla è mai cambiato, assolutamente nulla. Ebbene, ecco il risultato.

- Pubblicità-
Articolo precedenteIo prima di te
Articolo successivoPrivati e amministrazione locale per spendere meglio i soldi pubblici
Responsabile di Redazione - Palermo Nata a Palermo nel 1992, ha frequentato l’Istituto Salesiano Don Bosco Ranchibile, dove ha conseguito il Diploma di Scuola Superiore; la sua passione per l’arte e per la letteratura l’ha spinta ad intraprendere studi di matrice umanistica. Laureanda in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Palermo, si è impegnata attivamente, penna alla mano, nella valorizzazione degli anfratti più nascosti ed incantevoli di una Palermo tutta da scoprire. Da sempre affascinata dal mondo della carta stampata, Giorgia ha preso parte ad iniziative volte a garantire il rispetto dell’universo femminile ed a favorire una maggiore partecipazione della donna alla vita politica e sociale. Idealista e determinata, intende contribuire con ogni mezzo al miglioramento delle condizioni della sua amata città, affinché possa essere restituita al suo antico ed eterno splendore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui