Prima Borsa internazionale del turismo, a Lipari

0
349
- Pubblicità-

Le sette Isole Eolie tutte riconoscibili da caratteristiche che le distinguono ad oggi sembrano riuscire pienamente a stare al passo e soddisfare l’interesse turistico. Apprezzate per la storia, vulcanologia, enogastronomia e aspetti naturalistici, sanno fissare i punti forza e far leva su quelli, conservandoli e spesso facendoli tornare a risplendere. Tutto questo grazie ad una riconquistata coscienza del proprio valore e multipla potenzialità.

Lipari, sempre più spesso sede di eventi di interesse nazionale e internazionale, scommette ancora e soprattutto diventa la scommessa di molti.

Oltre 200 tra operatori incoming, decision manager, buyers  luxury  travel, giornalisti e opinion leaders. Sessantadue buyers del settore turistico che hanno incontrato, con la formula del B2B, le 98 aziende partecipanti provenienti da Canada, Cina, Israele, Giappone, Sud Africa, Usa, Belgio, Germania, Irlanda, Olanda, Spagna, Svizzera, Ungheria, Danimarca, Repubblica Ceca, Russia, Francia, Regno Unito e Slovacchia. Altri 7 (provenienti da Canada, Usa e Giappone) hanno incontrato 8 aziende nel B2B dedicato alla promozione delle eccellenze produttive del mondo dell’olio di qualità italiano.

Questi sono i numeri della manifestazione che si è svolta a Lipari il 12 ottobre. 

La IV edizione di “Mirabilia- European Network of Unesco Sites”, la Borsa internazionale del turismo culturale promossa dalle Camere di commercio di Messina, Matera (ente capofila), Bari, Brindisi, Chieti, Genova, La Spezia, Lecce, Perugia, Siena, Taranto e Udine; per la prima volta mette in collegamento aree accomunate dall’importanza storica, culturale ed ambientale nei siti patrimonio dell’umanità Unesco. L’iniziativa nata nel 2012 da un’intuizione della Camera di commercio di Matera, diviene interazione tra attori istituzionali ed economici e tra modelli di governance alla base delle politiche di sviluppo del territorio.
Un’importante occasione per le Isole Eolie e per tutto il territorio messinese, come precisa il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni.

Un’occasione per far parlare del nostro territorio, farlo conoscere e insieme riscoprirlo…

In considerazione del fatto che Matera sarà capitale europea nel 2019, l’evento punta ad entrare nel circuito internazionale.

“Internazionalizzazione sarà, infatti, la parola d’ordine della quinta edizione di Mirabilia, che si sta già iniziando”, dichiara il presidente della Camera di commercio di Matera, Angelo Tortorelli.

Presente all’inaugurazione del workshop – i cui lavori sono stati moderati da Vito Signati, direttore del Cesp, l’Azienda speciale della Camera di commercio di Matera – anche il presidente della Camera di commercio di Libourne, Yves Ratel, che nel ricordare come la Francia e l’Italia siano i due paesi europei con maggiore predisposizione per il turismo culturale, ha ribadito l’importanza di tre concetti fondamentali: qualità, Europa e internazionalizzazione.

Per Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Eolie, partner tecnico di questa edizione, Mirabilia è un sogno che si realizza.

Sviluppo del territorio, valorizzazione, qualità, rete tra i professionisti del settore e lo sguardo dritto verso il futuro, consapevoli delle proprie potenzialità, sono stati gli ingredienti della IV edizione di “Mirabilia- European Network of Unesco Sites”.

 

 

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui