R. Cosentino, Inaccettabile uso della querela

0
489
- Pubblicità-

La giornalista freelance Raffaella Cosentino, difesa dall’Ufficio di Assistenza Legale di Ossigeno per l’Informazione (leggi), è stata querelata da Pasquale Poerio, consigliere comunale di Isola Capo Rizzuto (Crotone) e gestore del servizio catering del Centro di accoglienza per migranti (CARA) Sant’Anna, uno dei più grandi d’Europa, situato nei pressi della cittadina jonica. La querela risale al 2006 e Poerio è ora uno degli 84 indagati di un’inchiesta giudiziaria che il 15 maggio 2017 ha condotto a 68 arresti (leggi).

L’indagine giudiziaria denominata Jonny è svolta dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, guidata dal Procuratore Nicola Gratteri, e riguarda le infiltrazioni della criminalità organizzata nella gestione del CARA.

L’articolo di Raffaella Cosentino suona ora come un’anticipazione di ciò che sarebbe accaduto poi per opera della magistratura. L’articolo, infatti, era così titolato: “A Isola Capo Rizzuto l’accoglienza è un affare. Ai danni dello Stato e dei diritti umani“ (leggi). Fu pubblicato sul settimanale l’Espresso il 2 ottobre 2015 e riguardava alcuni aspetti sui quali, appunto, sta ora indagando la magistratura. La giornalista riferiva presunte irregolarità sulla comunicazione del numero degli ospiti del centro, denunciava le precarie condizioni igienico-sanitarie, la qualità scadente e la quantità insufficiente del cibo e il mancato rispetto dei diritti dei minori. 

Poerio non ha querelato l’Espresso, ma soltanto l’autrice dell’articolo.

- Pubblicità-
Articolo precedenteLe puttane di sinistra
Articolo successivoGranatari, estate alle porte
Responsabile di Redazione - Palermo Nata a Palermo nel 1992, ha frequentato l’Istituto Salesiano Don Bosco Ranchibile, dove ha conseguito il Diploma di Scuola Superiore; la sua passione per l’arte e per la letteratura l’ha spinta ad intraprendere studi di matrice umanistica. Laureanda in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Palermo, si è impegnata attivamente, penna alla mano, nella valorizzazione degli anfratti più nascosti ed incantevoli di una Palermo tutta da scoprire. Da sempre affascinata dal mondo della carta stampata, Giorgia ha preso parte ad iniziative volte a garantire il rispetto dell’universo femminile ed a favorire una maggiore partecipazione della donna alla vita politica e sociale. Idealista e determinata, intende contribuire con ogni mezzo al miglioramento delle condizioni della sua amata città, affinché possa essere restituita al suo antico ed eterno splendore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui