Radio Days: Giusto un sabato inizia con il blues

0
96
Radio Days locandina
- Pubblicità-

I Magazzini del sale di Messina inaugurano la serie di appuntamenti denominata “Giusto un sabato” a suon di swing e blues, con uno spettacolo dal titolo decisamente evocativo: Radio Days.

Sabato 23 novembre, alle ore 21,00, 4 musicisti e uno speaker radiofonico accompagneranno gli spettatori in un viaggio tanto nostalgico quanto stuzzicante lungo i decenni che hanno fatto la storia dello swing e del blues.

Parliamo quindi di “Radio Days”, uno spettacolo che unirà musica e parole per ricreare e riproporre la fumosa atmosfera di un genere divenuto specchio di una realtà in continuo cambiamento. Dagli anni del proibizionismo e della grande depressione, agli anni del boom economico e delle prime vere rivoluzioni culturali.

Un itinerario sonoro che rivela quanto la musica sia testimone della storia e dei suoi mutamenti.

 “Guida” di questo viaggio che dal bianco e nero passa al colore, uno speaker radiofonico (Stefano Cutrupi) che dalla sua postazione racconterà l’evolversi dello swing e del blues, ma non solo. Ad accompagnarlo dal vivo, la band “Good Old Boys” (Adriana Bonaccorso, Daniele Testa, Davide Scimone e Pietro Cardia).

Radio Days: come nasce il progetto

Legato profondamente alle sonorità degli anni ‘20/’60, il quartetto ha il merito di essere anche l’ideatore del progetto. “Lo spettacolo nasce da una nostra esigenza, o meglio dire quasi necessità, di dare risalto ai generi dello swing, del blues e di tutto ciò che si è sviluppato da essi – spiega Adriana Bonaccorso (voce e fiati dei “Good Old Boys”) – cercando di indagare quindi nelle loro radici e ramificazioni”.

Il pubblico di riferimento è sì composto dagli appassionati del genere, ma lo spettacolo punta anche a coinvolgere i meno esperti, con delle chicche che permetteranno anche ai più giovani di fare un viaggio nel “proprio” passato musicale.

L’elemento narrativo è dunque determinante per un’analisi completa, come spiega Adriana Bonaccorso: “Il progetto è nato inizialmente come un lavoro esclusivamente musicale. Si è poi però presentata la necessità di arricchire il tutto con un narratore esterno e con Stefano Cutrupi abbiamo quindi pensato di riprodurre una sorta di puntata radio che potesse permetterci una ricostruzione più fruibile”.

Una vera puntata radio quindi. Sicuramente più coinvolgente ed interattiva, che vedrà i protagonisti uscire metaforicamente dal grammofono per saltare dalla radio al vinile. E chissà, ancora oltre.

G.S. Trischitta

I protagonisti:
Stefano Cutrupi speaker radiofonico
Adriana Bonaccorso voce, armonica, kazoo, percussioni
Davide Scimone chitarra acustica
Daniele Testa violino, voce, chitarra elettrica
Pietro Cardia percussioni

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui