Razzismo al campetto da basket. Accorinti risponde

Renato Accorinti risponde con un post al sostegno ricevuto dalla cittadinanza e dal Sindaco De Luca successivamente allo sfregio di matrice razzista avvenuto al campetto da basket donato alla cittadinanza .

0
922
Foto di repertorio
- Pubblicità-

Renato Accorinti risponde con un post al sostegno ricevuto dalla cittadinanza e dal Sindaco De Luca successivamente allo sfregio di matrice razzista avvenuto al campetto da basket donato alla cittadinanza .

In seguito alla notizia riguardo l’atto vandalico a sfondo razzista avvenuto nel campetto da basket della zona Falcata (link all’articolo), l’ex Sindaco Renato Accorinti risponde con un post .

L’ex Primo Cittadino, difatti, ringrazia sia l’attenzione che i vari media hanno dato all’episodio razzista sia il post di denuncia dell’attuale sindaco Cateno De Luca.

Inoltre, Renato Accorinti, nel medesimo post, rilancia la necessità della lotta alle discriminazioni e della perenne costruzione della Pace.

Così, Accorinti ha posto l’attenzione rispetto la vicenda dell’intitolazione della strada che passa davanti al Municipio con la denominazione “Via dei costruttori di Pace, Giustizia e Nonviolenza”.

 Sebbene le approvazioni sia della Giunta Accorinti alla fine del suo mandato sia dell’attuale consiglio comunale (gennaio 2020) sia della Commissione Toponomastica e della Storia Patria, l’iter dell’intitolazione è stato bloccato dal sindaco Cateno De Luca. Il Primo Cittadino ha addotto che “il nome della via sia troppo lungo”, nonostante vi siano strade con nomi più lunghi.

Franz Moraci

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui