Tu puoi chiamarmi Ana

0
664
- Pubblicità-

Ana e Mia sono le loro Dee , a loro sono devote e seguono i 10 COMANDAMENTI della loro inesistente fede. Inesistente come i loro corpi, che inseguono la vuotezza.  Devono avere una condotta impeccabile: buoni voti, buoni amici. Non sono interessate all’estetica ma al vuoto fisico e mentale. Una sola idea riempie le loro giornate: la dieta.

Colazione: 0cal

Pranzo: 0cal

Merenda: barretta cereali 80cal

 

Cena: 100 cal(100gr piselli) + 66 cal(60gr di petto di pollo)

 

Totale : 246/100

 

Questo è il resoconto di  XXARIXX, una blogger pro ana che aggiorna costantemente la comunity delle fedeli sui suoi progressi/regressi , il suo peso, la sua voglia di essere Fedele. La prima volta che ci capitai, anche se non si capita in siti del genere, il post più recente si intitolava “Sono viva” , pare che qualcuno avesse messo in giro la voce della sua morte. Non è così , è viva e più determinata che mai.  L’obiettivo è non sforare le 155 Kcal giornaliere. Una persona  dovrebbe assumere normalmente 1500/200 Kcal.

“Viva più che mai..Ana è in me come mai prima di ieri..ieri ero eccitata, esaltata, posseduta da lei..la percepivo la sentivo nella mia testa..lei mi porterà verso il mio obiettivo..

Mentre sorseggio coca light penso..penso a come sarò quando sarò arrivata ai 50kg e poi ai 45kg..sarò finalmente a mio agio con me stessa..sarà apposto con me stessa..forte, sicura, soddisfatta..”

Su di lei poche parole “..poco da dire..solo che ormai tutta la mia vita è ANA..”

Sul suo profilo completo trovo altri  blog che segue, mi butto a capofitto. MICHELA NON VUOL PIU’ MANGIARE è  un altro blog.

Il 13 marzo2011  Michela scrive:

“Io ringrazio la mia amata Esse, che vorrebbe che io ne uscissi, che vorrebbe che tutte noi ne uscissimo. Però io voglio stare qui, vicino ad Ana. Perché io la sento, è qui dentro di me; e mi dice che io posso diventare perfetta, magra, bella. Devo solo crederci di più ed avere più autocontrollo. La vedo, la sento, la amo. “

 

Michela non è solo anoressica ma anche bulimica, capita spesso a chi è affetto da disturbi alimentari. Il digiuno completo si alterna ad abbuffate nauseanti, seguite da un vomito controllato.

È un malessere subdolo, Ana è come se fosse viva in loro, come se dettasse nell’orecchio i modi migliori per essere perfette e magrissime. Ana è personificata in un corpo scheletrico, in  volti senza espressione. Ana in effetti potrebbe essere il manichino del negozio, che è così perfetto o la modella che va di moda, che è così bella.

Le bloggers Pro Ana formano una comunity, si mandano messaggi di speranza e commentano spessissimo i post. Si scambiano consigli su come vomitare, su come mantenere il digiuno o  come fare a nascondersi dai genitori. Le regole, il decalogo, l’obiettivo.

La bilancia è il loro giudice supremo, colei che può assolverle o condannarle.

Michela è anche innamorata, frenata dal suo corpo ovviamente. L’amore la spaventa, la metterebbe a nudo davanti le proprie imperfezioni . Si allontana dalla vita, è troppo concentrate a seguire la strada per arrivare ad Ana.

Continuo la mia ricerca e trovo anche il blog di un ragazzo anoressico. Mi interessa, decido di entrare.

 

“Il blog è stato rimosso

Spiacenti, il blog all’indirizzo mysweetagony-marcus.blogspot.com è stato rimosso. L’indirizzo non è disponibile per nuovi blog.”

A loro capita spesso. Purtroppo i messaggi che mandano non sono certo educativi né salutari è giusto che vengano rimossi o bannati . Bisogna aiutarli non fomentare la loro psicosi.

Continuo ed entro in MiAna, QUI NESSUNO VUOLE ESSERE SALVATO è il sottotitolo.

MiAna è diversa dalle altre. Ha due profili: “Le due me”

LE DUE ME

ALTEZZA: 1,75
PESO: 72
IMC (o BMI che è uguale): 24 (che sembrerebbe essere a un passo dal sovrappeso)
TAGLIA: 46-48
essere alta mi impedisce taglie inferiori)

ALTEZZA: 1,75 (sembrerebbe che almeno quella non cambi mai)
PESO: 48
IMC (o BMI che è uguale): 16 (che è un bel po’ al di sotto del “normale” il cui minimo è stabilito a 20)
TAGLIA: 38 (il fatto di essere alta mi impedisce taglie inferiori)”

Non credo di capire a fondo il motivo della presenza di due profili. Quella che è quella che dovrebbe essere? Quella che era e quella che è?

MiAna cerca un confronto, vuole dialogare e si rende conto del problema che ha. Non ha nessuna intenzione di aiutare le ragazze a diventare come lei. Lo stile del suo blog infatti è molto diverso, niente diete ma solo sfoghi emotivi di una ragazza con degli evidenti disturbi alimentari. L’ossessione del cibo c’è ma non è amplificata e non cerca consigli su come dimagrire o come vomitare.

È  uno spazio autogestito anche se i contenuti possono sembrare forti non è ancora stato rimosso.   Racconta di abusi fisici da parte dei suoi precedenti ragazzi e della voglia di violenza che spesso le prende.

L’archivio del blog è comunque molto scarno, arriva al 2009, non deve aver scritto molto.

Non trovi molti altri blog, molti sono stati rimossi e google cerca di non sponsorizzare questo tipo di contenuti. Un dubbio atroce mi assale: perché MiAna non scrive più? Magari è guarita.

Chissà.

Chissà che volto hanno queste ragazze e questi ragazzi, ci sono anche delle donne adulte tra di loro. Chissà se un giorno riusciranno ad accettarsi per come sono e riusciranno a guardarsi dentro e  magari per una volta riusciranno a riempire di emozioni quello spazio vuoto.

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui