Ulteriore omaggio ai grandi latitanti

0
315
- Pubblicità-

La nostra testata, unitamente all’associazione agrigentina Terranostra contro le mafie esprime tutta la sua solidarietà e il suo sostegno agli uomini della squadra Catturandi di Palermo.

In questi giorni Questore e Dirigente della Mobile di Palermo iniziano a smantellare di fatto la Catturandi, squadra formata da quegli uomini che,con le loro fatiche, hanno reso possibile la cattura di Provenzano, dei Lo Piccolo, di Pulizzi, Adamo, Nicchi, Raccuglia,fino all’ultimo recente arresto in Venezuela di Bonomolo. Uomini che hanno contribuito a lasciare il segno che la mafia puó essere sconfitta.

Ad oggi non esiste un documento ufficiale in cui si possa leggere che il Dirigente della Mobile e il Questore di Palermo dispongono lo smantellamento della squadra; a darne notizia è solo un comunicato della segreteria provinciale del SIAP di Palermo.

Motivazione ufficiale? Spending review, tagli.

“Questa è una questione che riguarda i mezzi per la lotta alla mafia e che quindi riguarda TUTTI  I CITTADINI- dichiarano dal SIAP di Palermo- Chi decide di uffici come questo decide delle speranze e delle aspettative della gente e la gente, la Società Civile deve sapere”.

“E’ in atto una mobilitazione su facebook di singoli cittadini e associazioni come Terranostra – dichiara il Presidente Azzurra Saviano- che intendono essere solidali nei confronti di uomini di cui conosciamo solo gli occhi,gli occhi della Sicilia che vuole cambiare.

Organizzeremo una raccolta firme in più città se sarà necessario ma vogliamo delle risposte dal Questore di Palermo perché smantellare la Catturandi significa di fatto creare situazioni favorevoli allo sviluppo delle mafie,senza contare che il latitante Matteo Messina Denaro è ancora in libertà.”

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui