Una favola per parlare di dignita’

0
396
- Pubblicità-

25 novembre

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

A ridosso della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, esce – a firma della giovane scrittrice torinese Giulia Madau – “C’era una volta” (ed. Smasher). Dedicata a tutte le donne che subiscono violenza e che sono alla ricerca del coraggio di liberarsi da uomini violenti, la breve favola racconta che la prevaricazione e la violenza non possono esistere nella bellezza di un rapporto.

In collaborazione con il CeDAV (Centro Donne Antiviolenza) di Messina, il tascabile sarà distribuito gratuitamente a tutte le donne che si rivolgono al Centro d’Ascolto; oltre ad essere messo in vendita per coloro che desiderano contribuire alle azioni di contrasto alla violenza.

La favola è breve e intensa: una mamma racconta al proprio bambino la storia di una bella principessa. Quando era piccina nessuno l’abbracciava se aveva paura; ubbidiva, taceva, subiva e osservava gesti violenti, addormentandosi ogni giorno alla stessa maniera. Il tempo passò e la principessa divenne adulta e, come tutte le principesse, incontrò un uomo che pensava fosse un principe. Le sue carezze avevano la forma di calci, pugni e insulti. Capì ben presto che dietro tutto questo non poteva nascondersi l’amore più grande del mondo.  Rimase incinta e comprese che l’unico regalo che avrebbe potuto fare a se stessa era la libertà, la dignità, l’amore per sé e per suo figlio. Così, con coraggio, un bel giorno andò via.

Non fu difficile incontrare un altro cavaliere, che si dimostrò un vero principe. Imparò che l’amore esiste e che non doveva travestirsi da odio, nascosto dietro il silenzio sulle violenze che uccide la dignità.

Giulia Madau, C’era una volta, Edizioni Smasher, Barcellona P.G. 2014

ISBN 978-88-6300-148-8

1a edizione novembre 2014 // Formato tascabile 10,5 x 14,8 cm // Pagine 16 – Euro 1

www.edizionismasher.itsegreteria@edizionismasher.it

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui