Veneto e Sicilia, uno sviluppo industriale condiviso

0
346
- Pubblicità-

NORD/SUD – VENETO E SICILIA, UNA COMUNE RICERCA PER UNO SVILUPPO INDUSTRIALE CONDIVISO
Un’iniziativa promossa da Confindustria Veneto Servizi Innovativi e Confindustria Messina in programma per il 28 e 29 settembre

(Mestre, settembre 2012) – Nord/Sud – Veneto e Sicilia, una comune ricerca per uno sviluppo industriale condiviso, è questo il tema della due giornate siciliane di meeting e scambi che si terranno tra Messina e Lipari venerdì 28 e sabato 29 settembre, iniziativa promossa dai Servizi Innovativi di Confindustria Veneto, su iniziativa del Presidente Gianni Potti, in collaborazione con Confindustria Messina e con il supporto di Banca Nuova.

L’iniziativa nasce con l’obiettivo di instaurare nuovi rapporti di cooperazione per l’adozione comune di sistemi innovativi avanzati, per creare un sistema di rete che permetta di costruire nuove progettualità tra le regioni italiane che si affacciano sul Mediterraneo.

La chiave di queste giornate di scambio sarà quella di “apprendere direttamente” dal reciproco scambio di esperienze e dal confronto con esperti, modalità e strumenti appropriati per progettare e sperimentare interventi di cambiamento o miglioramento per incrementare la produttività, in un periodo difficile per l’economia locale e nazionale in cui l’innovazione e la cooperazione rappresentano scelte necessarie.
Parteciperanno i rappresentanti di Confindustria Servizi Innovativi del Veneto, alcuni autorevoli imprenditori siciliani, i responsabili dei centri di ricerca regionali.

La prima giornata di lavori si svolgerà venerdì 28 settembre, alle ore 11.00, presso la sede di Confindustria Messina e verterà sul tema “Idee, Esperienze e Progetti: Sicilia e Veneto”. Si tratterà, in particolar modo, di un incontro che coinvolgerà imprenditori veneti e siciliani che operano o che sono interessati ai settori della banda larga, ITC, smart cities, turismo e cultura, energie rinnovabili e sviluppo sostenibile.
Nella giornata di sabato 29 settembre il meeting si trasferirà a Lipari presso l’Hotel Villa Meligunis. A partire dalle ore 9.00, avrà inizio il Convegno dal titolo “Veneto – Sicilia, una comune ricerca” in cui si confronteranno le attività dei Servizi Innovativi del Veneto – Veneto digitale, il web per la pianificazione strategica e le opportunità d’innovazione in ambito siciliano quali il Parco scientifico della Sicilia e i Distretti tecnologici e gli Incubatori.

L’appuntamento vedrà la partecipazione di Antonello Montante, Presidente Confindustria Sicilia, di Ivanohe Lo Bello, vicepresidente nazionale di Confindustria con delega all’education e past president di Confindustria Sicilia, e di Marino Breganze Presidente di Banca Nuova. A guidare la delegazione veneta sarà Gianni Potti, Presidente Confindustria SI Veneto che così commenta l’iniziativa: “la Sicilia è una regione con grandissime potenzialità in ambito di Sevizi Innovativi, tanto che negli ultimi anni sta investendo molte risorse in ricerca e innovazione. Lo dimostrano ad esempio le esperienze del Parco Scientifico della Sicilia e del distretto Tecnologico dei Micro Nano Sistemi di Palermo.
Abbiamo deciso di organizzare questo meeting perché siamo convinti che anche il nostro settore debba puntare sempre più alla creazione di reti e di sistemi di aggregazione. L’idea è di creare un network fra Veneto e Sicilia sia per accrescere relazioni fra territori, sistemi di imprese, aziende e servizi, sia per supportare nuove opportunità di sviluppo, unendo esperienze, professionalità e tecnologie.

Un salto culturale necessario, per un sistema produttivo come il nostro tradizionalmente incline all’individualismo. Reti, fusioni e aggregazioni insomma, sono il nuovo imperativo categorico per rispondere agli stimoli del mercato, superare i limiti della dimensione, aggredire nuovi mercati. Va in questa direzione la collaborazione strategica con Confindustria Messina.”

“Il Veneto e la Sicilia sono due aree di fondamentale importanza per il Gruppo Banca Popolare di Vicenza, per il quale Banca Nuova rappresenta il presidio nell’Italia meridionale.”- ha dichiarato Marino Breganze Presidente di Banca Nuova – “In questa complessa fase economica e finanziaria è quanto mai importante che le aziende facciano sistema, che si uniscano in reti d’impresa e questa è un’ulteriore ed importante occasione per sviluppare le basi di un solido e proficuo dialogo tra le aziende del Veneto e della Sicilia, regioni tanto lontane geograficamente ma che condividono territori ricchi di storia, di tradizione e di importanti risorse economiche.
L’innovazione rappresenta ormai una scelta necessaria per le imprese che intendano cogliere nuove opportunità di crescita, e Banca Nuova, al passo con i tempi e attenta alle esigenze delle imprese del territorio, continua a offrire il suo sostegno alle aziende più dinamiche del territorio siciliano e calabrese”.

- Pubblicità-

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui